Weekend a Praga

Cosa fare a Praga in un weekend? Il nostro itinerario di tre giorni vi permetterà di vedere il meglio della capitale ceca in poco tempo.

Praga è una città incantevole e chiunque l’abbia visitata non avrebbe più voluto andarsene.  Purtroppo, si sa, le ferie son sempre troppo poche… ma anche se vi potete concedere soltanto un weekend a Praga non vi preoccupate.

L’itinerario per un weekend a Praga che vi proponiamo qui sotto vi permetterà di vedere il meglio di Praga in soli due giorni; se potete concedervi un terzo giorno di vacanza, dopo aver visitato le attrazioni principali datevi al relax, magari con un po’ di shopping, una gita fuori porta, oziando in una caffetteria o in un parco.

La nostra lista delle cose da fare a Praga in tre giorni comprende le vie e le piazze più famose della città, i più importanti monumenti storici e musei, magnifiche chiese barocche e bizzarri edifici moderni. Non mancherà il tempo per gustare una spumeggiante birra pilsner in un pub tradizionale!

Giorno 1

La Città Vecchia, il Quartiere Ebraico, il Ponte Carlo

Una vacanza a Praga non può non partire dalla Città Vecchia, il centro della Praga medievale, e precisamente dalla Starometské che è sicuramente il cuore pulsante di Praga e una delle piazze più belle del mondo. Al suo centro si trova il Municipio Vecchio, sulla cui torre risalta l’Orologio Astronomico: aspettate lo scoccare dell’ora per assistere allo spettacolo delle figure lignee che si animano, poi visitate la Chiesa di Santa Maria di Tyn, che domina la piazza con le sue guglie gotiche e finite il giro della piazza con la bianca chiesa di San Nicola.

Dalla Città Vecchia con una breve camminata potete raggiungere il Quartiere Ebraico di Josefov, uno tra i ghetti più grandi d’Europa. Una zona davvero suggestiva, dall’altissima importanza storica, dove potrete visitare splendide sinagoghe, toccanti esibizioni sulla vita degli ebrei durante il nazismo e il vecchio cimitero ebraico.

Nei pressi del Quartiere Ebraico, in Jiráskovo námestí, si trova la Casa danzante, un edificio avveniristico composto da due torri che sembrano abbracciarsi in un vorticoso passo di danza. Non a caso è noto anche come Ginger e Fred, dal nome dei due famosi danzatori.

Quando cala il sole arriva il momento di visitare una delle meraviglie di Praga, ovvero il celebre Ponte Carlo da cui si può godere di una splendida vista sul Castello illuminato.

Terminate la serata con una cena in una taverna tipica, magari seguita da un concerto in uno dei numerosi jazz club della città o da uno spettacolo di teatro nero, una rappresentazione teatrale tipica di Praga.

Giorno 2

Borgo del Castello e Quartiere Piccolo

La mattina è un buon momento per visitare il borgo del Castello (Hradcany): partite presto perché ce n’è da vedere! Se siete in vena di camminare di buon mattino potete salire al Castello di Praga usando la Scalinata nuova; per evitare di stancarvi subito potete prendere il tram 22 o 23 da Malostranské námestí e scendere a Pohorelec.

Vi consigliamo di iniziare la vostra visita dal monastero di Strahov e poi seguire il grazioso percorso che vi porterà all’ingresso dell’area del Castello scendendo lungo la Loretánská fino a Hradcanské námestí (Piazza del Castello). Sulla piazza si staglia la splendida Cattedrale di San Vito, simbolo spirituale di tutta la Boemia e scrigno di meravigliose e preziose opere d’arte. Tra gli edifici settecenteschi che cingono la piazza spicca il complesso del Palazzo Reale. Terminate la vostra visita con una passeggiata lungo il celebre Vicolo d’oro, una viuzza di artigiani orafi divenuta nella fantasia popolare il regno dell’alchimia e della magia. Le colorate casette del vicolo oggi ospitano negozi di souvenir e artigianato, perfetti per un po’ di shopping.

Prima di scendere prendetevi un po’ di tempo per godere di una bella vista di Praga dall’alto, dopodichè attraversate i giardini del castello o prendete la Nerudova giù fino a Malostranské námestí, il cuore del Quartiere piccolo. Per un po’ di relax Spostatevi sulla romantica Isola di Kampa, che si trova proprio a lato del Ponte Carlo e terminate la giornata passeggiando per le pittoresche vie del Quartiere piccolo.

Avete ancora forze? Bene, perché la vita notturna di Praga è senza fine. Cenate in un ristorante di tendenza, bevete un drink in un moderno cocktail bar e scatenatevi sulla pista di uno dei club più cool della capitale.

Giorno 3

Città Nuova e relax 

L’ultimo giorno è tutto per voi. Se volete darvi allo shopping o alla visita di una galleria o museo la zona migliore è la Città Nuova, il cui centro vitale è Piazza Venceslao. Si tratta di un boulevard sulla riva destra della Moldava fiancheggiato da numerosi negozi, ristoranti e caffè e dominato dal maestoso edificio della Galleria Nazionale, ospitata nel bel palazzo Sternberg.

Un’altra idea per il vostro ultimo giorno a Praga potrebbe essere una gita fuori porta al castello di Vyšehrad con il suo famoso cimitero, oppure salire sulla collina di Petrín, comodamente raggiungibile con la funicolare.

Se vi piace l’architettura Art Nouveau e neorinascimentale visitate il quartiere di Vinohrady, elegante e costosissimo, mentre se vi sentite un po’ hipster gironzolate per Zizkov, l’ex quartiere operaio di Praga.

Non siete in vena di visite turistiche? Oziate in uno dei bellissimi parchi e giardini della città, come i giardini di Letna, oppure regalatevi un massaggio in una delle spa più belle di Praga.

È giunto in fretta il momento di fare la valigia e partire, ma siamo sicuri che porterete a casa con voi stupende fotografie e ricordi indimenticabili.