Collina di Petrín

Salite sulla collina di Petrín a Praga, un'oasi verde dove potrete passeggiare, ridere come matti, visitare musei e scattare stupende foto panoramiche

Se durante la vostra vacanza a Praga avete bisogno di un rifugio dal traffico e dal rumore della città salite sulla Collina di Petrín (in ceco Petrínské sady), a ovest del Piccolo Quartiere.

Alta più di 300 m sul livello del mare, questa collina è la più grande area verde nella città di Praga e offre innumerevoli opportunità per piacevoli passeggiate.

Si può raggiungere a piedi partendo dal monastero di Strahov, ma se non trovate allettante l’idea di camminare in salita potete prendere la comodissima funicolare. Entrambe le soluzioni vi permetteranno di godere di scorci romantici e viste mozzafiato sulla città.

Funicolare della Collina di Petrín

La funicolare di Petrín è stata aperta nel 1891. Parte da Újezd e arriva alla torre di osservazione a Petrín, lungo un percorso di 510m. Effettua una fermata intermedia a Nebozízek, comoda se volete farvi un pezzo di cammino a piedi.

Ci sono corse ogni 10-15 minuti. Sono validi i biglietti della metro o del tram; i possessori di Praga Card possono usarla gratis illimitatamente.

Cosa vedere a Petrín

La cosa più bella da fare a Petrín è naturalmente camminare osservando il meraviglioso panorama. Per indulgere in questo piacere potete salire ancora più in alto, in cima alla Torre di osservazione Petrín.

Questa copia della Torre Eiffel in scala 1:25 fu costruita in occasione dell’Esposizione Giubilare del 1891. La sua cima si trova alla stessa altezza sul livello del mare dell’originale Torre Eiffel a Parigi, ma per salire in cima non ci sono ascensori: dovrete salire quasi trecento gradini (299 per l’esattezza!).

Un altro punto di vista lo avrete dall’Osservatorio Štefaník, aperto nel 1928 per promuovere la conoscenza delle scienze astronomiche presso tutti i ceti sociali. Sono a disposizione dei visitatori alcuni telescopi con il quale potrete ammirare non solo Praga, ma anche l’universo!

Il Memoriale delle vittime del Comunismo è uno scioccante gruppo scultoreo bronzeo che non potrà lasciarvi indifferenti. Statue di corpi umani in stadi diversi di disintegrazione e una targa ricordano il devastante impatto sociale dell’era comunista in Repubblica Ceca. Venite a leggere le impressionanti cifre delle persone arrestate, mandate in esilio, giustiziate, morte in prigione o uccise mentre tentavano la fuga verso altri paesi: in totale più di 380.000.

Dopo una così toccante visione, rilassatevi al Labirinto degli specchi, divertendovi come i bambini, o con i vostri bambini, a fare linguacce agli specchi e a vedere il vostro corpo deformato. Sarete in grado di trovare la via d’uscita prima di morire dalle risate?

Attraversate i pacifici Giardini Kinský per trovare la Chiesa di San Michele, edificio in legno dalla curiosa storia: fu infatti trasportata pezzo a pezzo dal villaggio di Medvedov in Ucraina. Nei pressi della chiesa potete visitare il Musaion, una residenza estiva che oggi ospita un museo etnografico sulla vita rurale quotidiana del XIX e XX secolo.

Mappa

Alloggi Collina di Petrín

Cerchi un alloggio in zona Collina di Petrín?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Collina di Petrín
Mostrami i prezzi